sabato 30 gennaio 2016

Famiglie senza dio

BolognaNidi








Politica-Bambina. Il papa dice di non confondere i matrimoni celebrati in chiesa da unioni di altro tipo. Forse mi sono persa qualche passaggio ma mi chiedo da  quando Dio abita solo in chiesa? Ai tempi dell'antichità abitava altrove. E del resto Cristo non aveva anche detto di abbattere la chiesa?
Se oggi tornasse con ogni probabilità ripeterebbe le stesse parole. Ma questa è solo una mia opinione. Nell'Antico testamento Dio mandava giù fulmini e saette, ogni volta che si faceva qualcosa di male e non ricordo che le mandasse solo quando l'uomo era in chiesa... ci vedeva bene ovunque....
Personalmente mi capita d'incontralo qua e là, senza troppo regolarità, un po' ovunque: spesso tra gli alberi a volte in un sorriso...
Ma il Papa in un mondo dove di fulmini non se ne vedono più, e di ingiustizie ne vediamo tante, pensa sia importante distinguere, divide e fondamentalmente prende una posizione rispetto ad ddl Cirinà.
Mah! E mentre imperversa il dibattito mi chiedo chi sia oggi la famiglia e come vada tutelata. Nel ddl si discute di tante cose anche molto pratiche, e come ben ci raccontava Elisa da Molin presidente dell'associzione famiglie Arcobaleno, l'approvazione del ddl aiuterebbe nella vita di tutti i giorni tanti genitori e figli (che non saranno famiglie agli occhi di Dio, forse, ma son pur sempre famiglie).
Far finta che queste famiglie (Arcobaleno e non) non esistano è semplicemente ipocrita. Ci sono. Hanno diffetti e virtù ma sopratutto tentano di amarsi. In fondo non significa questo? La famiglia non è una comunità di pernsone che tanta di volersi bene?
Perché allora tanto accanimento nel vietare e proibire?
Se qualcuno pensa poi che importi qualcosa ai bambini, il dibattito è presto fatto: al bambino non importa nulla di avere due mamme  o due papà, importa solo di essere amato. Quando poi diventerà più grande ai genitori toccherà un grande lavoro di conciliazione con il mondo fuori. E a questo punto la civiltà e le scelte che avremmo fatto, potranno aiutare o no, le famiglie a volersi bene e a stare insieme.  Tutto il resto conta poco anche le nostre paure. Il giudizio poi di un uomo che è stato eletto papa da altri uomini e pensa che dio abiti a sua mi è davvero indifferente. 

venerdì 29 gennaio 2016

Morbillo e rosolia: vaccinazioni in calo in tutte le regioni



Bambini&Salute
L’eliminazione del morbillo e della rosolia era uno degli obiettivi del Piano nazionale 2010-2015. Il traguardo non è stato raggiunto e al contrario di quanto auspicato dal ministero le vaccinazioni contro il morbillo e la rosolia sono in calo. . Il Piano prevedeva il raggiungimento di una copertura di almeno il 95% per le due dosi, somministrate rispettivamente entro i due anni e tra i 5 e i 6 anni, ma tutte le regioni italiane restano al di sotto di questa soglia. La media nazionale relativa al 2014 si ferma per la seconda dose a quota 82,72 per il morbillo e a quota 82, 46 per la rosolia con un calo rispetto al 2013 quando le medie nazionali erano rispettivamente 84,05 e 83,65. Il trend negativo appare chiaramente anche dai dati riferiti alla prima dose: nel 2013 la media superava il 90% per entrambi i vaccini mentre nel 2014 non ha raggiunto l’87%.

62 mila posti nido al sud















Politica-Bambina. Sono quasi 550 mln di Euro che il Ministero degli interni ha stanziato per il Piano di Coesione. Il Piano è programma nazionale previsto al sud, per incentivare i servizi di cura ai minori e per gli anziani non autosufficienti con più di 65 anni.

L'obesità infantile continua a crescere, l'OMS propone sei strategie per contrastarla




Politica bambina

Nel mondo ci sono almeno 41 milioni di bambini minori di 5 anni obesi o in sovrappeso. Il dato emerge dal rapporto finale sull’obesità infantile, consegnato, nei giorni scorsi, all’OMS dalla commissione Echo (Commission on Ending Childhood Obesity). Per cercare di porre fine a quella che viene considerata una vera e propria emergenza il rapporto ha stilato una serie di raccomandazioni, divise in sei ambiti. Le raccomandazioni chiamano in causa i governi ma anche i genitori, la scuola e le altre agenzie educative affinché tutti i bambini possano godere dei vantaggi di un’alimentazione sana e di sani stili di vita.


giovedì 28 gennaio 2016

Torniamo a parlare di nidi e scuole d'infanzia

Daniala Lastri














A Firenze si è svolto un seminario attorno ad un tema preciso: Nidi e scuole dell'infanzia. A coordinare un ricco tavolo di interventi tra politici, sindacati, lavoratori ed esperti, c'era Daniela Lastri, già assessore alla scuola di Firenze, già consigliere in regione Toscana. Fuoriuscita dal Pd oggi impegnata nella costruzione di un nuovo soggetto politico della Sinistra e ha sostenuto alle elezioni regionali la lista SI Toscana a Sinistra. Abbiamo incontrato nuovamente la Lastri per raccontare l'evento e capire se l'evento è una premessa per un'impegno politico al tema che ci è caro: l'educazione dei bambini.

mercoledì 27 gennaio 2016

Art City: gli appuntamenti a misura di bambino


Arte bambina

ArteFiera la kermesse dedicata all'arte contemporanea, compie 40 anni, anniversario che Bologna si prepara a festeggiare con un cartellone ricco di eventi. L'appuntamento in fiera è dal 29 gennaio al 2 febbraio mentre Art City Bologna, nato dalla collaborazione tra Comune e BolognaFiere, animerà il fine settimana dal 29 al 31 gennaio. Tanti gli appuntamenti dedicati ai bambini: mostre, visite guidate e laboratori.

Il Mambo propone Art City Children Weekend. Le attività ruoteranno intorno alla mostra Maestro Raccontami il mondo. Curata da Alessandro Sanna,  la mostra è dedicata al celebre maestro Alberto Manzi, che negli anni sessanta, attraverso lo schermo televisivo, insegnò a leggere e a scrivere a moltissimi italiani di ogni età. L'evento è rivolto ai bambini dai 5 ai 12 anni è ha un costo di 15 euro. Info. 
Sabato 30 torna l'appuntamento con la Notte Bianca dell'arte e al Mambo sarà la volta della Art City Children White night. I bambini potranno partecipare ad una cena al museo e la serata, dedicata al tema della favola, trascorrerà tra immagini, musica e letture. La prenotazione è obbligatoria e il costo 15 euro. Info.
Arte e scienza saranno protagoniste all'Opificio Golinelli che domenica 31 gennaio propone una serie di attività per bambini e ragazzi. I laboratori, divisi per fasce di età, saranno seguiti da una visita guidata alle opere esposte. Provenienti dalla collezione di Marino e Paola Golinelli le opere esposte in occasione di Arte Fiera sono accomunate dai punti di contatto tra la visione artistica e scientifica del mondo contemporaneo. Info. 

Dal 29 al 31 gennaio torna anche la SetUp Contemporary Art Fair, fiera indipendente dedicata all'arte contemporanea e agli artisti emergenti. Quartier generale della manifestazione sarà, come nelle passate edizioni, l'autostazione e a fare da filo conduttore all'evento ci sarà il tema dell'orientamento. Orientamento che sarà protagonista anche dei laboratori dedicati ai bambini. Laboratori curati da Beatrice Calia insieme a ReMida terre d'acque. Il costo dei laboratori, rivolti ai bambini dai 3 anni in su, è incluso nel biglietto d'ingresso. Info.




Giornata della memoria: i bambini vittime della Shoah


Storia bambina
Arbeit macht frei, il lavoro rende liberi. Questa la cinica scritta che campeggiava sul cancello del campo di sterminio di Auschwitz. Cancello  abbattuto il 27 gennaio del 1945 dai soldati dell'esercito sovietico che quel giorno entrarono nel  più grande dei campi ideati e utilizzati dai nazisti per portare a compimento la "soluzione finale": lo sterminio del popolo ebraico. Sono passati esattamente 71 anni da quel 27 gennaio quando il mondo iniziò a conoscere la Shoah. Il 27 gennaio resta dunque una data simbolo ed è stata scelta per la Giornata della Memoria istituita dalle Nazioni Unite nel 2005. In Italia la Giornata della memoria è stata istituita nel 2000 con 5 anni di anticipo. Finalità principale della Giornata della memoria è mantenere vivo il ricordo di quanto accaduto nella speranza che la memoria serva a far sì che simili orrori non si ripetano.

martedì 26 gennaio 2016

Perché i nidi costano poco?



BolognaNidi











Politica-Bambina Quanto ci costerebbe avere nuovi nidi? E più esattamente quanto ci costerebbe averne tanti in più quanti ce ne chiede la comunità Europea entro il 2025? Secondo un brillante studio pubblicato su Ingenere e condotto dalla Professoressa Francesca Bettio (Università di Siena) e dalla Dottoressa Elena Gentili l'investimento sarebbe poco dispendioso e porterebbe tanto lavoro. La notizia ha creato non poco scompiglio e incredulità tra i nostri lettori. Perché? E da dove nasce questo studio? Abbiamo approfondito con la professoressa Bettio che gentilmente ci ha concesso un'intervista. Dalle sue risposte emerge uno scenario internazionale fatto di luci e ombre. Un confronto economico e politico che ci dovrebbe far riflettere e non poco.

lunedì 25 gennaio 2016

Perché i bambini dormono bene a casa?


BolognaNidi

















La tendenza di aprire nidi e scuole d'infanzia anche la notte si sta espandendo in molte città. Il pedagogista Lorenzo Campioni durante un'intervista ci ha ricordato che: quando gli interessi dei bambini e quelli degli adulti entrano in conflitto, dobbiamo seguire e proteggere gli interessi dei piccoli. Assolutamente condivisibile: ma ce n'è un'altra ragione altrettanto importante, che si può capire se ci interroghiamo su cosa sia la nanna per un bambino e come sia vissuta... L'abbiamo chiesto alla pedagogista Micol Tuzi che ci ha regalato questa lettera che condividiamo integralmente. E' anche un utile ricettario di regole per tutti i genitori La lettera poi è talmente bella che è stata firmata da tanti educatori, educatrici e non solo da tutt'Italia. E tu cosa ne pensi?

venerdì 22 gennaio 2016

Bologna: in mensa arriva il pasto vegano. Lav: " la firma del pediatra non serve"



Cronache cittadine
Nelle scuole bolognesi è in arrivo il menu vegano: da febbraio le famiglie che lo desiderano potranno scegliere per i propri figli una dieta priva di qualsiasi alimento di origine animale. La novità è stata comunicata attraverso la newsletter "Le parole della tavola". La dieta vegana si aggiunge dunque alle altre diete speciali a disposizione delle famiglie, quelle dovute ad intolleranze o allergie e quelle dettate da motivi culturali, etici e religiosi. " Il veganismo - viene spiegato - è  una filosofia di vita che prevede la scelta di evitare, nel limite del possibile, l'utilizzo e il consumo di prodotti che derivano dallo sfruttamento o dall'uccisione di animali." Le motivazioni etiche sono accompagnate anche da ragioni salutistiche come "la crescente preoccupazione per l'utilizzo sempre maggiore di antibiotici e di altri farmaci negli allevamenti e per la correlazione che viene sempre più ad evidenziarsi tra il consumo di carne (specie quella rossa) e alcune malattie."

giovedì 21 gennaio 2016

Save the children: la povertà è figlia della mala politica


BolognaNidi














Politica-Bambina Save the Children all’apertura del World Economic Forum,  presentando il nuovo rapporto “Povertà minorile nel mondo” Commenta:"Una delle principali forme di esclusione sociale e di discriminazione è l’accesso a un’educazione di qualità". Il rapporto riprende i dati sulle delle povertà già noti da tempo. I bambini poveri sono tanti mln in tutto il mondo e crescono sopratutto nei paesi con alto redditto. Ciò che fa più riflettere sono queste parole che prendiamo a prestito dal comunicato dell'organizzazione: "Emerge fortemente come la povertà minorile vada di pari passo con l’esclusione sociale ed economica e sia spesso rafforzata dalle disuguaglianze politiche ed istituzionali che si vivono in alcuni paesi". E visto che il Bel paese risulta essere quello con più bambini poveri in Ue c'è da pensare e molto.

martedì 19 gennaio 2016

Bambini senza...casa

www.bolognanidi.it









Cronaca Cittadina Apro la porta di casa ancora assonnata. E' la mia vicina. Ha in braccio bimba di circa tre anni  che indossa il pigiama ed è scalza. Senza giri di parole mi chiede se posso occuparmene per oggi. Non so di chi sia la piccola, ma so che se fossi io a chiedere, la mia vicina mi risponderebbe allo stesso modo: "Certo, che si". Prendo in braccio la piccola e non faccio domande. E ha inizio una giornata d'avventura e ascolto. La piccola MeleK ha due anni e mezzo e non ha paura di niente.

lunedì 18 gennaio 2016

Ddl Cirinnà, Dal Molin (Famiglie arcobaleno) : " I nostri figli esistono, serve una legge che tuteli i loro diritti"



Scontri, divisioni interne al PD, appelli e ed emendamenti: il clima che accompagna il ddl Cirinnà, che il 28 gennaio dovrebbe approdare in Senato, non è dei più sereni. Mancano dieci giorni all’inizio della discussione a Palazzo Madama e il susseguirsi delle notizie lascia intendere che il destino della legge sulle unioni civili non sia scontato.
Le vicende del disegno di legge 2081 sono seguite con grande attenzione dalle  famiglie arcobaleno, associazione che riunisce i genitori omossessuali. Il 23 gennaio scenderanno in Piazza per chiedere, insieme alle altre organizzazioni Lgbt, che anche l’Italia abbia una legge che riconosca le loro unioni e i diritti dei loro figli. A Bologna l’appuntamento è per le 16 in piazza Nettuno.  Mobilitazione e disegno di legge sono stati al centro di una conversazione con Elisa Dal Molin, referente dell’associazione per l’Emilia Romagna e le Marche.  Mamma, insieme alla compagna Silvia, di un bambino di 4 anni, nato con il ricorso alla procreazione medicalmente assistita, parla con passione e nel suo discorso la battaglia civile e politica si fonde con la sua quotidianità di mamma. 


venerdì 15 gennaio 2016

I nidi costano poco e creano lavoro

BoNidi.














Politica-Bambina. Aprire nuovi nidi non costa molto, anzi, in poco tempo i nuovi nidi si pagherebbero da sé. Lo dimostra il recente studio redatto dalla Fondazione Brandolini condotto dalla professoressa Francesca Bettio (Università di Siena) e dalla Dottoressa Elena Gentili. Lo studio pubblicato sul sito di Ingenere simula uno scenario che ci trasporta nel futuro: nel 2025.

giovedì 14 gennaio 2016

Approvato il piano per l'infanzia

BoNidi






Politica Bambina. A larga maggioranza è stato approvato, alla commissione bicamerale dell'infanzia il  Piano Nazionale per la tutela dei fanciulli. Il documento è corposo, sono oltre 100 pagine e si fa un po' il punto della situazione rispetto all'infanzia. Si individuano le priorità d'intervento e in un pratico specchietto conclusivo, si mette per iscritto: chi dovrebbe fare cosa. Non sono però indicate possibili cifre d'investimento.

mercoledì 13 gennaio 2016

Maestro raccontami il mondo

Alessandro Sanna














Arte Bambina. Al Museo di arte moderna di Bologna (Mambo) fino al 12 febbraio potete visitare una piccola mostra che ha per titolo "Maestro raccontami una storia". Tra parole, immagini, delicati ritagli di carta, quadretti colorati a china, tra sfumature d'acquarello e tante parole, la mostra racconta alcune storie scritte da Alberto Manzi e illustrate da Alessandro Sanna. Lo scrittore fu maestro per 40 anni, insegno ad oltre 1 milione di italiani a scrivere e leggere con il programma televisivo "Non è mai troppo tardi". Personaggio eclettico, multiforme, intraprendente e geniale per molti aspetti, seppe sempre comunicare in modo diretto e spontaneo. Il Mambo gli dedica una mostra per ricordarlo e proporre la riedizione di alcuni suoi testi, illustrati nuovamente da Alessandro Sanna. Le immagini sono semplici e bellissime tra i colori terrei leggeri e vaporosi si percorrono le avventure di Orzowei. Il libro fu un successo internazionale ed è ancora oggi coinvolgente, emozionante. Senza fronzoli o paroloni si narra di un "muso bianco" che cresce in una tribù di Zulù. Con leggerezza e sapienza narrativa Manzi affronta temi serissimi e praticabili da tutti i bambini, ponendo sempre domande senza dare mai risposte su temi sempre attuali come il razzismo, l'isolamento, la diversità o lo sfruttamento...
La mostra è particolarmente adatta ai bambini (dai sei anni in su) perché è piccola (solo due sale) c'è la possibiltà, rara, di vedere i disegni autentici dei libri ancora su carta nel pieno delle loro sfumature e imperfezioni.

Ingresso: gratuito
Laboratori per bambini: dalle 16 alle 17,30 per info 0516496628 mamboedu@comune.bologna.it 
Orari mostra: martedì, mercoledì e venerdì h 12.00 - 18.00, giovedì, sabato, domenica e festivi h 12.00 - 20.00, lunedì chiuso
Fino: al 12 febbraio
Al Mambo via don Minzoni 14, Bologna

martedì 12 gennaio 2016

C'era una volta....Jack London

kakisky














Con questo post BoNidi inaugura un nuovo spazio C'era una volta...qui racconteremo le vite e le opere di pensatori, artisti e intellettuali che si hanno dedicato la loro opera ai bambini. Oggi vogliamo ricordare uno dei grandi scrittori del novecento, il 12 gennaio del 1876 nasceva Jack London, autore tra l'altro di celebri romanzi per ragazzi come "Il richiamo della foresta" o "Zanna Bianca". I suoi libri sono stati i primi best seller della storia delle lettaratura, tradotti in tutto il mondo, ha venduto più della Bibbia.

lunedì 11 gennaio 2016

Infanzia e adolescenza: il garante ascolta i ragazzi in via del Pratello







Il diritto dei bambini ad essere ascoltati è sancito dall'articolo 12 della convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Ed è ispirandosi a questo diritto che tutti gli Stati firmatari della convenzione, dovrebbero garantire che è nato " Uno spazio d'ascolto",  sportello dedicato ai minori, Il nuovo servizio sarà ospitato dal Servizio Minori e Famiglie dell'Asp di Bologna che da settembre ha sede in via del Pratello 53.  I minori potranno accedere liberamente al servizio ed essere ascoltati dal Garante regionale per l'infanzia e l'adolescenza e dal suo staff. 

Il protocollo per avviare il progetto è stato firmato questa mattina dal garante Luigi Fadiga, dall'amministratore unico di Asp Gianluca Borghi e dall'assessore ai servizi sociali del comune di Bologna Amelia Frascaroli. L'avvio dello sportello di ascolto è previsto per mercoledì 13 gennaio e , almeno nella fase iniziale, avrà cadenza mensile. Queste le date dei prossimi appuntamenti: 10 febbraio, 9 marzo, 13 aprile, 11 maggio, 8 giugno, 14 settembre, 12 ottobre e 9 novembre, dalle 15 alle 17,30.

sabato 9 gennaio 2016

15 bambini in cerca di asilo

BolognaNidi













Durante le vacanze natalizie a 15 famiglie di Longarone paese in provincia di Ve, viene recapitata una breve lettera. La firma è del funzionario comunale e il contenuto è semplice: il nido che frequentavano fino a pochi giorni prima non riaprirà più dal sette di gennaio. Così si conclude una storia che iniziava già fosca da novembre. La storia merita di essere raccontata nel dettaglio per più

venerdì 8 gennaio 2016

Roma: la città dei bambini?

BolognaNidi






Il commissario Tronca annuncia di voler esternalizzare tutti i nidi comunali di Roma alla gestione privata (quella indiretta). I motivi sono presto detti e sono anche piuttosto banali: il comune ha debiti di svariati miliardi e i servizi al comune costano tanti soldi, diversi milioni all'anno. Così per risparmiare e anche per non assumere il personale necessario, si estenalizza. Una storia che abbiamo visto e scritto tante e tante volte. Abbiamo incontrato e ascoltato tre diversi soggetti interessati al tema: il gestore di un servizio, un politico locale e un genitore romano. La storia che ci viene raccontata è molto complicata e piena di risvolti. "Non esageriamo- racconta Cecilia Fannunza ex consigliera del partito