lunedì 29 febbraio 2016

Susanna Mantovani: la cultura dell'infanzia passa dai servizi educativi

BolognaNidi









Cronaca cittadina. Si è concluso ieri a Milano il XX convegno Curriculo e Responsabiltà organizzato dal gruppo Nazionale Nidi. Tre giorni per narrare il  complesso e variegato mondo dello 0-6 che attraversa tanti saperi e tanti questioni, non ultime le questioni politiche ed economiche.

sabato 27 febbraio 2016

A Bologna: laboratori di Arte e Yoga per i più piccoli


 













Arte-Bambina. Giocare, dipingere, tagliare, disegnare, fare e respirare...Cosa c'entra l'arte con lo yoga? “Proviamo a scoprirlo insieme”, recita il curioso invito a dei laboratori dedicati ai bambini fin dai due anni, altra particolarità!  Quando? I laboratori si terranno per tre lunedì a partire dal 29 febbraio per bimbi tra i 4 e i 9 anni mentre per i piccoli di due, tre anni partiranno il 4 aprile per tre lunedì di seguito.  Dove? In via Catinelli 16 a Bologna (zona Funivia), presso l'associazione culturale Colibrì
E altre date? Prima di Pasqua sono in calendario per tre martedì dall'8 marzo sempre tra le 17 e le 18,30 tre incontri per bambini e genitori presso il Menomale in via de' Pepoli 1/a (laterale di piazza Santo Stefano) sempre a Bologna, in questo caso in pieno centro (Subito dopo Pasqua torneremo ad aggiornarvi.) Il laboratorio segue il Metodo Munari®, artista che ha dedicato gli ultimi trent'anni della sua attività ai bambini, creando dispositivi e per stimolare i piccoli all'esplorazione, alla creatività, alla progettazione. Lo yoga invece è una disciplina molto antica, che nel tempo si è espressa con mille diverse declinazioni, ma che mantiene, ovunque la si volti, una costante: coltiva l'unione tra corpo e mente... E forse è la ricerca di unione che lega Arte e Yoga. Perché quando si crea o progetta, la mente si svuota da tutti gli altri pensieri e ci si concentra nell'attività da svolgere, facendo andare le mani su e giù per il foglio, lungo il cartone, attorno ai colori... Una capacità che tutti abbiamo da bambini e crescendo lentamente perdiamo... A tenere il laboratorio incontriamo tre esperte del settore Noemi Bermani, che da oltre 20 anni progetta e realizza laboratori per bambini e Eléonore Grassi e Margherita Scarano esperte yogi e specializzate nell'insegnamento yoga bimbi con Aipy
Per maggiori informazioni potete scrivere o chiamare qui mail orsojambavat@gmail.com. +39 3474784177 Quanto costa? I costi sono contenuti ed è possibile iscriversi ai singoli incontri a 12 €, per l'intero ciclo sono 30 €.

venerdì 26 febbraio 2016

Nice Terzi: tre giorni a Milano per parlare di nidi.


eveline













Nice Terzi è presidente del Gruppo Nazionale Nidi che è la più grande e articolata associazione del paese che si occupa di nidi e servizi educativi 0-6. Il gruppo è nato negli anni '70 sotto la guida del pedagogista Loris Malaguzzi che a Reggio Emilia ha lasciato una bella eredità. L'associazione quest'anno è organizza il ventesimo convegno che quest'anno si colloca a Milano. Abbiamo incontrato la Terzi per farci raccontare l'evento, aggiornarci sul percorso della legge 0-6 e spiegare il suo personale punto di vista sul complesso mondo dell'infanzia.

giovedì 25 febbraio 2016

"Iscrivete i bimbi al nido!" Parola di Ilaria Maggi, mamma di un bimbo maltrattato


Ilaria Maggi


 

















Ilaria Maggi risponde al telefono dopo un solo squillo. Quando le spiego chi sono, e cosa vorrei scrivere, attacca subito a parlare con impeto. Mi rovescia addosso tante parole, tanti fatti e tanti stralci di violenza, da togliere letteralmente il fiato e aggiunge tanto buon senso, da commuovere. Sono ancora avvolta dal filo del suo pensiero e dalla forza delle idee mentre scrivo. Ilaria Maggi è presidente dall'associazione la Via dei colori associazione nata nel 2010. Ho fondato l'associazione con altre cinque famiglie che frequentavano il nido Cip e Ciop di Pistoia. I nostri figli hanno subito violenze continue e orribili. Ilaria mi racconta del suo lavoro in associazione che è duro e continuo. La via dei colori è composta da vittime per aiutare vittime di maltrattamenti in strutture. Danno consulenza legale e psicologica gratuita e rispondo ad un telefono verde. Consiglierebbe ad una madre di iscrivere il figlio al nido?Con mia grande sorpresa risponde Certo, che si. Capiamo insieme perché.

Bologna: il muro della gentilezza del nido La Trottola

Cronache cittadine

I muri – lo confermano le definizioni che si possono trovare in molti dizionari – servono per lo più a dividere. Ci sono però muri che servono ad unire: tra questi i muri della gentilezza nati in Iran e che, anche grazie al web e ai social, si stanno diffondendo in tante città. Si tratta di pezzi di muro, colorati spesso con colori vivaci, a cui vengono appesi degli attaccapanni su cui lasciare piccoli doni – vestiti ma non solo – per chi ne ha bisogno. Ad accomunare questi “wall of kidness” c’è un messaggio semplice ma significativo “Se non ti serve lascialo, se ne hai bisogno prendilo”.

mercoledì 24 febbraio 2016

Roma: aumentano le rette dei nidi.

 






Politica-bambina. Aumentano le rette dei nidi romani e la protesta tra i genitori si accende. L'aumento  La domanda delle domande è "Perchè dovremmo spendere di più per una qualità uguale a prima?" E' una domanda che potrebbe sembrare facile, ma non lo è affatto. Niente di quello che sta succedendo a Roma è facile da spiegare. In un'articolo redatto da il Tempo si raccolgono diversi interventi di genitori arrabbiati che spiegano perchè si siano disaffezionando ai servizi pubblici...sono aperti solo fino alle 16,30 e chiedono di continuo soldi per

martedì 23 febbraio 2016

Mensa: verdure e polpette, i piatti che preoccupano i genitori a Bologna e Milano



Cronache cittadine
Solo metà delle verdure servite nelle mense scolastiche sembrano essere fresche. Il dato, elaborato dall’ Ossrevatorio cittadino mense scolastiche sulla base dei report mensili pubblicati da Ribò sul suo portale, non piace ai genitori che, attraverso il blog e la pagina facebook, interrogano l’amministrazione. “Il Comune di Bologna, stazione appaltante, sta monitorando e controllando questo andamento? Se confermato, quando riterrà opportuno intervenire? A fine anno scolastico?” chiedono i genitori nel post.

sabato 20 febbraio 2016

Educare quante regole...


BolognaNidi











Educazione è una parola comune, tanto usata da aver perso i propri contorni ed essersi caricata di tanti e tanti significati. Quando poi si parla di bambini e di educazione, ognuno di noi pensa a cose diverse. Diamoci allora una definizione. Il dizionario Treccani scrive: in generale, promuovere con l’insegnamento e con l’esempio lo sviluppo delle facoltà intellettuali, estetiche, e delle qualità morali di una persona, spec. di giovane età. Un compito davvero difficilissimo anche perché significa partire da sè stessi. Dall'esempio non si scampa e chi tra i nostri lettori ha figli grandicelli, sa quanto i bambini mettano noi adulti di fronte alle contraddizioni quotidiane. Che fare? Come sempre: calma e sangue freddo, educando si sbaglia e per fortuna si apprende...ma sopratutto ricordiamoci sempre che educare significa dare l'esempio.

giovedì 18 febbraio 2016

Aumentano nidi e mense scolastiche

DodgertonSkillhause












In aumento le rette di nidi e mense scolastiche. Lo dimostra uno studio condotto dalla Uil. Le tariffe crescono e già in partenza sono alte anche rispetto ad una scarsa diffusione di servizi quasi a zero al sud. Lo studio è sceso nei capoluoghi italiani e ha misurato i costi delle rette negli ultimi tre anni. In media le rette dei nidi e delle mense costano 329 Euro al mese, con un aumento generale del 3,1% All'anno sono 3290 euro e incidono un bel 9,2 % sul budget famigliare.

mercoledì 17 febbraio 2016

MABASTA: ragazzi contro il bullismo














"E' molto meglio fare che semplicemente parlare" raccontano i ragazzi dell'istituto di Lecce Galilei-Costa. Per questo motivo hanno avviato una rete per dire no al bullismo. L'associazione, al momento informale, si chiama MABASTA che per esteso si scrive : Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti. Ad oggi i ragazzi hanno aperto un pagina fb stanno progettando un sito web e hanno lanciato piccoli video-spot e foto per raccontare, descrivere e diffondere cos'è il bullismo e come arginarlo.

martedì 16 febbraio 2016

Minori e scuole: i tanti volti della violenza

www.bolognanidi.it















Cronaca cittadina Succede a Livorno: educatrici di nidi e maestre dell'infanzia se essenti e non saranno sostituite. I sindacati (cgil e Uil) che si stanno battendo per denunciare dichiarano che "L’amministrazione chiede di riorganizzare la giornata “inventando” di volta in volta soluzioni di “tamponamento” che prevedono: diversi raggruppamenti dei bambini/e, spostamento del personale, anche il personale assegnato ai bambini diversamente abili" Fatti simili succedono in tante parti d'Italia e sempre più di frequente.

lunedì 15 febbraio 2016

I nidi fanno bene e lo Stato non investe.

BoNidi













Politica-bambina “I servizi per la prima infanzia sono una priorità irrinunciabile- scrive l'assessore alle politiche sociali del Veneto Manuela Lanzarin nel comunicato stampa- ma non per lo Stato! Da Roma per il 2016 non si sono stanziati sinora un solo euro per garantire il funzionamento dei servizi educativi." Le parole riguardano il convegno Investire sull'infanzia svolto sabato a Bassano del Grappa. Presenti al convegno anche Lorenzo Campioni del gruppo Nazionale nidi e il professor Valerio Belotti dell'Università di Padova.

venerdì 12 febbraio 2016

L'infanzia di Valerio Varesi


Valerio Varesi




















Da genitore a genitore. “Sono nato da genitori emiliani di origini contadine” così si presenta Valerio Varesi giornalista di Repubblica e scrittore. Gentilmente ci ha concesso un'intervista su un tema, forse insolito per uno scrittore e delicato per chiunque: l'infanzia. Con lui continuiamo il nostro vagabondare da un'infanzia all'altra, tra personaggi noti e meno noti, tra un territorio e l'altro d'Italia e sopratutto tra una generazione e l'altra.
Iniziamo con dare le coordinate Valerio Varesi è nato nel 1959 a Torino. E ora torniamo alla sua narrazione. “Dopo la guerra non c'era molto lavoro in campagna, così quando un imprenditore locale, si trasferì a Torino per avviare una segheria, la mia famiglia lo seguì. Mio padre divenne artigiano, faceva sopratutto pavimenti in legno, mentre mia madre lavorava come “serva”, un tempo si diceva così, presso la casa di una una ballerina del Regio. La mamma era scandalizzata dalla vita della ballerina, sopratutto perché copriva di attenzioni un piccolo cane, con cui dormiva anche. Per lei donna di campagna, era assolutamente inammissibile dormire con un animale...Spesso tornava a casa con dei biscotti che il cane rifiutava e mangiavamo io e mia sorella.”

giovedì 11 febbraio 2016

Maltrattamenti, stress, telecamere. Intervista a Vittorio Lodolo D'Oria




Cosa può spingere una maestra di scuola dell’infanzia o un’educatrice di nido ad assumere comportamenti violenti come quelli attribuiti dalla magistratura alle indagate?  Come è possibile che i bambini di un nido o di una scuola materna siano oggetto di vessazioni senza che nessuno all’interno della struttura se ne accorga o li segnali? Le telecamere possono essere una soluzione? In tanti ci siamo posti queste domande, la cui risposta non è certo semplice. Dopo aver letto le sue riflessioni sulla rivista specializzata Orizzonte Scuola ho posto queste domande a Vittorio Lodolo D’Oria medico esperto in stress lavoro correlato degli insegnanti.

mercoledì 10 febbraio 2016

Violenza al nido: come riconoscerla?


DeduloPhotos













Violenza al nido. Torniamo a parlarne con Loredana Bondi esperta in materia d'infanzia e di servizi. Per anni ha diretto l'istituzione di Ferrara, che "contiene" servizi educativi, scolastici e servizi per le famiglie. Nella sua cariera ha visto tante cose, si è misurata con tante esperienze diverse e sopratutto ha sempre valorizzato il rapporto tra servizi e i genitori. Un rapporto difficile ma sfidante e capace di restituire grande qualità. Con parole semplici e chiare ci spiega come un genitore può capire se al nido c'è qualcosa che non va, come riconoscere un buon servizio da uno meno buono e ci racconta come i genitori potrebbero aiutare a renderlo migliore. 

martedì 9 febbraio 2016

Rimini: Quando educare cambia il mondo.

Margherita Zoebeli*











C'era una volta e c'è ancora il centro educativo Italo Svizzero (ceis) che in questi giorni compie 70 anni. Il centro è qualcosa di grandioso da più punti di vista, intanto è grandiosa o meglio lo era, la sua creatrice: Margherita Zoebeli. Donna tenace e dallo sguardo profondo la Zoebeli arrivò da Zurigo a Rimini per aiutare a ricostruire la città distrutta dopo la guerra. E con intraprendente lavoro trasformò le baracche dei militari, adibite ad orfanotrofio, in una delle scuole d'infanzia più innovative e creative d'Italia e non solo. Nel tempo il centro si espande e  oggi prevede un ciclo scolastico che parte dal nido e giunge alla scuola primaria. Il suo principale intento era cancellare l'impronta che il fascismo aveva allungato sull'insegnamento e sulla scuola per convertirlo. Se il fascismo aveva creato una scuola per "allevare" nuove leve fasciste, impartendo nozioni e azioni, la scuola della Zoebeli si basava sull'educazione libera. Un'educazione intesa nel senso più classico del termine, aiutare l'individuo all'autonomia del sè. Un concetto molto politico e certo scomodo ai regimi di sempre. Il Ceis è un villaggio del fanciullo, una casa dell'infanzia e del pensiero pedagogico e didattico, dove studiosi arrivano da tutto il mondo per dialogare, confrontarsi e innovare. Insomma un centro di eccellenza e modello per molte questioni spinose, prima tra le quali l'integrazione dei disabili, dell'autismo e per la dislessia. 
Rimini celebra i 70 anni il centro con tre giorni di convegni tutti aperti al pubblico e gratuiti. Si parte venerdì 12 febbraio con un relatore davvero interessante, il filosofo e psicoanalista Romano Madia che titola il suo intervento Formarsi al mestiere di vivere
Sabato 20 febbraio si prosegue con Mariapia Veladiano insegnante e scrittrice con Coltivare la scuola e si conclude il sabato 27 febbraio con l'architetto e antropologo Franco La Cecla che farà un intervento sull'uomo e lo spazio dell'apprendimento. Dove? Tutti gli appuntamenti sono fissati alla Sala del giudizio presso il museo della città. A che ora? Alle ore 17 

*Educareallalibertà.org                          

lunedì 8 febbraio 2016

Telecamere nei nidi?

pippalou












Ogni volta che si verifica una denuncia per maltrattamenti nei nidi le paure si alimentano e le domande si moltiplicano: com'è possibile che educatrici e maestre arrivino a maltrattare i bambini? Che conseguenze ci sono sui bambini? E sopratutto come possiamo prevenirle? Le domande sono tante e le risposte sembrano sfumate e non essere mai abbastanza esaustive.

venerdì 5 febbraio 2016

Violenza su 9 bimbi a Pisa

wax115













Cronaca-bambina. Un'educatrice di Pisa di 58 anni è stata messa agli arresti domiciliari per violenza sui minori. Mentre le due colleghe sono state sospese dal servizio, dall'assessore Marilù Chiaffano, in attesa di accertamenti. Il comune di Pisa si è costituito parte lesa. Le violenze sono state perpetrate su nove bambini, compresi tra 1 e i tre anni d'età. I piccoli frequentavano il nido pubblico della città toscana. Le prove della violenza sono state registrate tramite le telecamere, sistemate nel nido dal nucelo operativo dei Carabinieri che indagava già da tempo più esattamente da novembre scorso. Le segnalazioni circa presunti abusi si sono confermate reali dalle immagini  che rivelano maltrattamenti fisici, come  schiaffi e sculacciate (anche un piatto rotto in testa) e altre violenze verbali che psicologiche perpetrate e abituali. E' il secondo caso in pochi giorni. Abbiamo aperto la settimana con una notizia simili, a Pavullo (in provincia di Modena) e tristemente la chiudiamo con questo caso a Pisa.             

giovedì 4 febbraio 2016

Bonus bebè: prima scegliete il nido


lisa solonynko














Cronaca-Bambina. E' possibile presentare la domanda per ottenere un contributo economico per accedere ai servizi dedicati all prima infanzia 0-3 sia per la rete pubblica che per accedere ai servizi privati accreditati ma anche per pagare la babysitter. La domanda va presentata solo online presso lo sportello dell'INPS.

martedì 2 febbraio 2016

Paura dello 0-6? Torniamo in piazza

BolognaNidi














Politica-Bambina  Seguo le polemiche attorno alla legge delega 107 (la Buona Scuola) e in particolare sul comma della legge che ipotizza un sistema integrato 0-6. Il sistema prevede che nidi e scuole d'infanzia trovino continuità educativa e adegua il modello italiano, al resto dell'EU, dove il primo tratto prescolastico è unito da tempo. Commenti, teorizzazioni, proteste, sopratutto da parte della scuola d'infanzia, sono molte e abbondano. Si leggono lettere di maestre, articoli di giornali  e proteste (poche) dei genitori per dire NO al sistema 0-6.

lunedì 1 febbraio 2016

Modena: botte e insulti, maestra di scuola dell'infanzia ai domiciliari.



Maltrattamento aggravato: questa l'accusa alla base del provvedimento di custodia cautelare, firmato dal gip Eleonora De Marco, che ha portato agli arresti domiciliari la coordinatrice e maestra di una scuola dell'infanzia. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri della Compagnia di Pavullo nel Frignano in provincia di Modena.